Agrorinasce in visita a Suvignano: lavoro sinergico per la rivalorizzazione dei beni confiscati.

agrorinascesito11

 

Agrorinasce in visita a Suvignano: lavoro sinergico per la rivalorizzazione dei beni confiscati.

Suvignano1HomeIn ragione del Protocollo d'Intesa stipulato tra Agrorinasce-Agenzia per l'innovazione, lo sviluppo e la sicurezza del territorio e la Società " Agricola Suvignano"  nel 2022, gli scambi esperienziali e la collaborazione tra le due realtà cardine nella gestione dei beni confiscati, sono sempre più assidui.

 Agrorinasce nella Regione Campania e la Tenuta di Suvignano nella Regione Toscana, da anni operano nella valorizzazione dei beni confiscati alle mafie, trasformandoli in fonte di riscatto civile e sviluppo territoriale, con particolare riguardo agli aspetti produttivi, gestionali, di sbocchi di mercato, nonché salvaguardia dell'ambiente e tutela agroalimentare.

 In particolare, Agrorinasce, da 25 anni amministra circa 150 beni confiscati, tra cui "La Balzana" bene confiscato alla camorra più grande d'Italia destinato a diventare Parco Agroalimentare dei Prodotti Tipici della Regione Campania: parallelamente Suvignano gestisce la Tenuta che si configura come il più grande bene confiscato alle mafie in Italia.

 In rappresentanza di Agrorinasce, la dott.ssa Elena Giordano Presidente di Agrorinasce e il dott. Giovanni Allucci Amministratore Delegato Agrorinasce, hanno visitato la Tenuta di Suvignano, situata nei Comuni di Monteroni D'Arbia e Murlo, in Provincia di Siena. Si sviluppa per circa 650 ettari di superficie sequestrati a Cosa Nostra, che la Regione Toscana, tramite Ente Terre, ha trasformato in un luogo simbolo di legalità, con un campus dedicato al contrasto delle mafie, iniziative di legalità in collaborazione con le scuole, manifestazione che coinvolgono la società civile e molti progetti in atto come la costruzione di un ostello ed una sala riunioni dedicata a Giovanni Falcone, con un'attenzione particolare agli aspetti imprenditoriali che permettano lo sviluppo economico della società e la creazione di nuova occupazione lavorativa.

 “In programma nuove iniziative congiunte per la valorizzazione di un grande patrimonio nazionale confiscato alle mafie- commenta Giovanni Allucci Amministratore Delegato Agrorinasce- Insieme alla Presidente Elena Giordano abbiamo incontrato l’Amministratore Giovanni Mottura, il direttore di Ente Terre Toscana Simone Sabatini. Una grande accoglienza e una bellissima visita”.

1707038477595

1707038477639

1707038529910

1707038529923

1707038529937

 
ceda
monitoraggio civico territoriale